logo LANGUAGE

PRESS

HOME              STAMPA

ELISABETTA GAZZOTTI HA CONQUISTATO MAMMA KATE, CHE COMPRA SOLO DA LEI GLI ABITINI DI CACHEMIRE PER I FIGLI: «HO FATTO UN DONO ALLA BAMBINA E MI HANNO SUBITO SCRITTO PER RINGRAZIARMI»

C’è posta per te. E con sulla busta un timbro del mittente che fa venire la pelle d’oca: Buckingham palace. Il codice postale stampato a fianco, SW1A 1AA, non lascia dubbi, la lettera di ringraziamento arriva proprio dalla residenza della sovrana d’Inghilterra. Ed è indirizzata, guarda il caso, a un’altra Elisabetta, che di cognome fa Gazzotti, ha 40 anni, vive a Treviso con un marito e tre figli ed è la regina del cachemire per bambini.

«Produco tre linee: la principale, “Take me home”, da 0 a 18 mesi, comprende coperte, body con i colletti ricamati, golfini, coprifasce, cioè tutto quello che serve per il neonato; la “Primi passi”, va fino ai 6 anni; e poi la maglieria con taglie per ragazzini di 12 anni. Tutti capi rigorosamente realizzati in cachemire cento per cento. Praticissimi, nonostante siano di un materiale tanto raffinato: si lavano in lavatrice con il programma lana, a una temperatura di 30-40 gradi, la centrifuga al minimo e, soprattutto, poco detersivo», spiega la signora.

Non si sa se a palazzo reale, quello della corona britannica appunto, facciano così il bucato. Ma gli converrebbe, per mantenere sempre al meglio i corredini dei principi George e Charlotte. Già, perché quelli di cachemire la loro mamma, Kate duchessa di Cambridge, che un giorno sederà al fianco del re, suo marito William, glieli compra da Love in Kyo, il marchio di Maglieria italiana, l’azienda di Elisabetta Gazzotti: «Per George si è servita ancora prima che il piccolo nascesse: Kate era incinta quando scelse di persona per lui un paio delle nostre scarpine», svela Elisabetta Gazzotti a Gente.

ELISABETTA GAZZOTTI – LOVEINKYÒ dal Veneto al Royal Baby

Fondato da Elisabetta Gazzotti nel 2013, la linea d’abbigliamento per bambini Loveinkyò ha catturato l’attenzione della duchessa di Cambridge, Kate Middleton a della principessa di Norvegia Mette-Marit. Dov’era a 18 anni e chi erano i suoi idoli? A 18 anni, una volta diplomata, facevo i provini per entrare all’Accademia di Arte Drammatica di Roma. Ero appassionata di teatro, in particolare il teatro dell’assurdo.

Quando e come è nata l’idea di Loveinkyò? Sono figlia d’arte: i miei genitori avevano un maglificio in Veneto (fondato nel 1947), dove sono entrata nel 1997 facendo una bella gavetta. Nel 2011 l’azienda ha chiuso. Nel 2012 mio marito mi ha spronata a mettermi in gioco con la mia visione di impresa. Nel gennaio del 2013 è nata Maglieria Italiana, con il brand Loveinkyò, un nome legato al brand Kyobaby, fondato da mio padre. Love come amore, e kyò come legame con la mia storia.

Quale la filosofia del brand? Qualità, made in Italy, purezza delle materie prime, semplicità, praticità sono i valori portanti di Loveinkyò. Cerchiamo di innovare il classico, lavoro non facile.